SCALABRONE
2011 Classificazione: Bolgheri Rosato DOC
2011
2010
2009
2008
2007
2006
2005
2004
2003
2002
2001
 
Varietà: 40% Cabernet Sauvignon, 30% Merlot, 30% Syrah
Provenienza e suolo: La Tenuta Guado al Tasso è situata a circa 80 Km. a sud-ovest di Firenze, nei pressi del paese di origine medievale di Bolgheri, in Maremma. La proprietà, di circa 1.000 ettari, si estende dalla costa del Mar Tirreno fino alle colline e comprende, oltre a 300 ettari di vigneti, anche grano, mais, girasoli, olivi. Il vigneto prende il nome dal bandito "Scalabrone" vissuto in questa zona nei primi del 1800, un Robin Hood nostrano che attaccava le navi nell'antico portocanale di Bolgheri.

Note degustative: Alla vista si presenta con un brillante rosa peonia. All’olfatto è intenso e ricco, con fragranti note di frutta rossa integra, dove predomina la ciliegia, che si vanno a fondere con sentori di erbe aromatiche. Al gusto è sapido, persistente, con retrogusto gradevolmente fruttato.

Clima: L’inverno nella norma e la primavera inizialmente con temperature sopra la media hanno portato ad un leggero anticipo del germogliamento. Il successivo proseguimento regolare della primavera ed una estate che fino ai primi di agosto è stata fresca e caratterizzata anche da qualche pioggia, ha favorito un ciclo vegetativo lungo e senza stress. Il forte caldo del mese di agosto, sebbene in parte mitigato dall’influenza del mare, ha provocato anomalie nei tempi di maturazione e un calo significativo della produzione ad ettaro. Clima ideale invece a settembre, con le giuste escursioni termiche, bel tempo e scarsa umidità.
In sintesi la vendemmia 2011 si può definire difficile per l’impegno agronomico nella raccolta e la selezione sui tavoli di cernita in cantina, ma di estrema soddisfazione per i risultati qualitativi raggiunti.
 
Vinificazione: Ciascuna varietà, che proviene da vigneti selezionati e gestiti per la produzione di questo vino, è stata vinificata in purezza.
Le uve, una volta trasferite in cantina, sono state diraspate e pigiate sofficemente. La macerazione è avvenuta in pressa a bassa temperatura, per un periodo di 4-6 ore a seconda delle esigenze di ogni singola varietà, al fine di ottenere un mosto con la giusta intensità di colore, ma senza note astringenti.
Dalla pressatura si sono poi originate differenti frazioni di succo, ciascuna delle quali è stata raffreddata per 24 ore in modo da favorire la naturale decantazione. Il mosto limpido ottenuto è stato travasato in serbatoi di acciaio inox dove ha avuto luogo la fermentazione alcolica ad una temperatura non superiore a 16°C. A circa un mese dalla fermentazione si è proceduto ad una accurata valutazione dei vari lotti di vino ottenuti, e successivamente all’assemblaggio di quelli scelti per andare a comporre il taglio finale. Alcool: 12,50% Vol.